– 9 Febbraio 1849 – Roma – L’Assemblea Costituente, prima in Italia ad essere stata eletta a suffragio universale diretto, proclama la Repubblica Romana, il cui potere esecutivo viene affidato al triunvirato composto da Giuseppe Mazzini, Aurelio Saffi e Carlo Ermellini.

La Costituzione della Repubblica Romana rimane tra le più moderne ed avanzate in senzo democratico nella storia dell’intero Ottocento europeo : soppressa l’Inquisizione di Stato, cancellato il monopolio clericale nell’Università di Roma, incoraggiata l’istruzione popolare, aboliti la censura, la pena di morte, le tariffe doganali – che tanto penalizzavano il commercio – affidato a giudici laici il sistema giudiziario, eliminate le restrizioni sociali che umiliavano gli Ebrei, sancita la libertà religiosa, come anche il rispetto per la donna ed i diritti dei minori, la Costituzione della Repubblica Romana vede affermati non soltanto i principi etici e politici di Giuseppe Mazzini ma anche le aspirazioni e gli ideali di quanti, in Italia  e in Europa, credono nei valori più nobili del vivere civile.

Sopraffatta, infine, dopo giorni di eroica resistenza – cui partecipano Giuseppe Garibaldi e il fior fiore della gioventù italiana, aristocratici e borghesi, donne di nobili famiglie e umili popolane – dalle soverchianti forze nemiche, la Repubblica Romana rimane l’episodio più glorioso non solo nella storia del Risorgimento italiano.

In questo nostro tempo tragico e violento –  mentre sterminate moltitudini di disperati sono costrette a fuggire dalle loro terre sotto l’incalzare della guerra, del fanatismo religioso,della brutalità eretta a sistema, e la corruzione e il cinismo tendono a minare il nostro stesso vivere sociale –  torni a risplendere nella nostra memoria il ricordo della Repubblica Romana, con la sua fede incancellabile nella LIBERTA’ e nella DEMOCRAZIA.

Centro Cooperativo Mazziniano Jesi          9 Febbraio 2016

About Giuliano

Età avanzata... cervello da bambino - curiosità..... curiosità....curiosità !!!! Le vere novità si trovano solamente osservando il lavoro ed i progetti dei giovani. Jesi .....

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.